Chicco Baby MealSe mangiare in modo sano è importante per chiunque fra noi, lo è ancora di più per i nostri bambini e un omogeneizzatore può aiutare ogni famiglia a controllare nel modo più completo l’alimentazione dei bebè, in particolar modo durante il delicato momento dello svezzamento.

Si tratta infatti di uno dei momenti più importanti nello sviluppo del bambino e l’omogeneizzatore può aiutare nel passaggio dal latte materno a un insieme di alimenti molto più complesso, ricco di gusti e cibi nuovi.
Troverete in commercio molti omogeneizzati e pappe già pronti: sono prodotti di grande qualità e non c’è nessun problema a usarli in quanto è un campo nel quale ci sono continui test che rendono questi cibi assolutamente sicuri e ben bilanciati.

È però vero che con un buon omogeneizzatore gran parte di queste pappe si possono preparare anche a casa nostra, utilizzando frutta, verdura, carne e pesce di cui conosciamo sempre la provenienza. Questo secondo metodo è consigliabile per un insieme di motivi: possiamo sempre controllare origine e qualità di quel che diamo da mangiare ai nostri figli; ci sarà un notevole risparmio non dovendo più comprare vari vasetti al giorno; avremo la libertà di programmare la dieta del nostro bebè anche sulla base di frutta e verdura fresche e stagionali e, con una modica spesa iniziale, avremo poi a disposizione un elettrodomestico che ci potrà tornare utile in varie occasioni.

Sono infatti tante le marche di grande qualità che offrono sul mercato vari tipi di omogeneizzatori: Imetec, Prenatal, Kenwood, Avent, Moulinex, Delonghi, Brevi, Nuvita, Chicco e molti altri ancora sapranno soddisfare ogni vostra esigenza in materia.

Ecco quindi che alla domanda “sono meglio gli omogeneizzati in casa o comprati?”, non c’è una risposta precisa in quanto gli omogeneizzati già pronti sono indubbiamente molto pratici, ma rappresentano un costo continuo che cala sensibilmente se impiegheremo un omogeneizzatore.
Bisogna anche tenere conto che lo svezzamento è il periodo nel quale il bambino sviluppa buona parte dei suoi gusti da adulto: preparare le sue pappe a casa, con ingredienti di nostra scelta, lo abituerà a una gamma vastissima di sapori.

A cosa serve un omogeneizzatore?

L’omogeneizzatore è un elettrodomestico che riesce a trasformare velocemente e in modo affidabile i vari ingredienti solidi, liquidi e semisolidi in un composto molto cremoso nel quale non sono presenti pezzetti di cibo che potrebbero risultare non graditi o addirittura dannosi ai nostri bambini.

Molte persone pensano che avendo già un frullatore o un minipimer non ci sia bisogno di un ulteriore elettrodomestico in casa, e si tratta di un dubbio assolutamente lecito.
Bisogna però sapere che un frullatore non potrà mai svolgere le stesse funzioni di un omogeneizzatore, sia per quel che riguarda l’aspetto cremoso finale che, dato ancora più importante, per il fatto che l’omogeneizzatore incorpora molta meno aria rispetto a questi altri utensili elettrici.

Si tratta di un dato importante in quanto le bolle d’aria possono provocare coliche e altri malesseri a carico del sistema digerente, ed essendo i neonati molto sensibili a questo tipo di patologie è meglio prevenire e ridurre al minimo i rischi.
Dovete però rendervi conto che se si sceglie di comprare un omogeneizzatore allora, di conseguenza, dovrete poi scegliere frutta e verdura di buona qualità: solo così avrete sempre la certezza di fornire a vostro figlio un alimento sano e completo, in grado di competere con gli omogeneizzati industriali.

Consigliati per te

Come funziona un omogeneizzatore?

Il funzionamento dei vari modelli di omogeneizzatore è piuttosto simile e in genere, per riassumere, si tratta di un elettrodomestico che può sia cuocere il cibo a vapore che frullarlo. A prescindere dalla struttura di qualche modello specifico, solitamente si riempie la caldaia con dell’acqua, mentre nel cestello vengono riposti i vari alimenti, ben tagliati a pezzettini piuttosto piccoli. Alcuni modelli di omogeneizzatore prevedono più di un cestello o varie altre funzioni particolari, ma in genere, una volta compiute queste due azioni, si avvia l’apparecchio e, dopo qualche tempo, avremo ottenuto l’omogeneizzato.

Per quel che riguarda la scelta degli alimenti esistono molte pubblicazioni in grado di consigliarvi, ma in definitiva è raccomandabile stabilire qualche tipo di dieta o perlomeno un elenco di cibi consigliati e sconsigliati con il proprio pediatra, che saprà consigliarvi al meglio per la salute del vostro bambino.

Omogeneizzatore, cuocipappa o frullatore?

Per risolvere questo dubbio la cosa migliore da fare è quella di riflettere sull’uso che intendiamo fare e sui nostri bisogni non solo come genitore e figlio ma come famiglia considerata nella sua interezza.
Se siamo in cerca di un elettrodomestico dal costo contenuto, che sia in grado di preparare omogeneizzati di buona qualità per la durata tutto sommato breve del periodo (di solito per un massimo di otto mesi, dopo i quali si comincia a passare a cibi più solidi), e se siamo anche abbastanza sicuri del fatto che non vogliamo altri figli e non intendiamo quindi tornare a usare l’apparecchio, allora la cosa migliore da fare è acquistare un omogeneizzatore di fascia media, che riesca a compiere in modo egregio le sue funzioni per il tempo richiesto.

Se però cerchiamo qualcosa di più duraturo, magari anche più versatile, che non si limiti a svolgere il suo lavoro per pochi mesi e poi essere riposto in un armadio, allora potrebbe essere meglio puntare su un buon cuocipappa, che oltre a svolgere più o meno le stesse funzioni dell’omogeneizzatore, può servire a lungo a tutta la famiglia e in genere riesce a occuparsi di un numero maggiore di compiti.
Molti cuocipappa riescono a essere allo stesso tempo omogeneizzatore, frullatore, sterilizzatore, scaldabiberon e apparecchio in grado di cuocere al vapore, ma il prezzo aumenta considerevolmente e in parecchi casi è ben più conveniente l’impiego di un omogeneizzatore.

Fra i tre, è intuitivo, il frullatore è l’elettrodomestico meno attrezzato al compito e non ne consigliamo l’impiego rispetto agli altri due apparecchi.

Come scegliere un omogeneizzatore

Un buon omogeneizzatore deve, prima di tutto, poter produrre una pappa liscia, compatta e senza la presenza di evidenti bolle d’aria, pezzi di frutta o di verdura. Questo primo requisito deve sempre essere soddisfatto. In seconda battuta è preferibile un apparecchio di facile utilizzo, semplice da smontare e lavare e, infine, meglio un apparecchio che si possa trasportare così, quando servirà, potrete usarlo anche in viaggio.
Ormai molti modelli sono dotati, accanto alla funzione di poter cuocere a vapore, anche della funzione di scongelamento e vi conviene quindi accertarvi che anche questa sia presente.

I migliori omogeneizzatori

Delonghi, Brevi, Nuvita, Imetec, Prenatal, Kenwood, Chicco, Avent, Moulinex e altre marche hanno in listino vari modelli che assolvono più o meno efficacemente alle funzioni appena descritte, e può quindi essere un po’ difficile districarsi fra le varie offerte.

Abbiamo preselezionato per te quattro diversi modelli di omogeneizzatori appartenenti alla fascia medio alta, con ottimo rapporto qualità-prezzo: potrai scegliere fra questi il modello che più ti convince per prestazioni e accessori e ordinarlo quindi su Amazon, approfittando di sconti e offerte speciali del momento, per poi riceverlo con comodo a casa tua tramite la consegna a domicilio.

Chicco Baby Meal

Chicco Baby MealTutta l’esperienza Chicco nel creare un elettrodomestico compatto e facile da impiegare, ideato per darti la possibilità di preparare pappe sane, gustose e naturali al tuo bambino, facendolo abituare nel corso del tempo a molti gusti e sapori. Adatto allo svezzamento ma funzionale anche in seguito per tutta la famiglia in quanto consente la preparazione di primi e secondi piatti senza alcun problema. Ha quattro tipologie di cottura: può operare come una pentola, oppure può cuocere a ebollizione o a vapore e infine ha una funzione di scongelamento.

Chicco Baby Meal mescola, omogeneizza e frulla o trita, può scaldare il latte, preparare creme oppure mantenere qualsiasi alimento alla temperatura di 37 gradi. Compreso nella confezione anche un comodo ricettario redatto da un esperto nutrizionista.
Vai a Babymoov Nutribaby

Philips EasyPappa

Philips EasyPappaEasyPappa 2 in 1 di Philips Avent è semplicissimo da usare: prima cuoci a vapore e quindi capovolgi, frulli e puoi servire la pappa. Ha classe 1 di sicurezza, dispositivo di blocco di sicurezza per il coperchio e rilevamento del recipiente e può contenere 800 ml di solidi e 450 di liquidi. Si possono cuocere al vapore vari alimenti quali frutta, pesce, carne e verdura e la confezione è dotata di ricettario e consigli di nutrizionisti e pediatri.
Vai a Philips EasyPappa

Imetec Bimbo

Imetec BimboCon Imetec Bimbo riuscirai a preparare con estrema facilità e velocità ogni tipo di pappa bimbo in quanto trita alla perfezione grazie alle lame speciali e al funzionamento a impulsi. Il recipiente è graduato e ha una capacità di 400 ml e nella confezione troverai anche 2 vasetti salva freschezza in vetro per conservare la pappa in frigorifero o per congelarla. Questo omogeneizzatore è dotato di due sistemi di sicurezza.
Vai a Imetec Bimbo

Babymoov Nutribaby

Babymoov Nutribaby Nutribaby Babymoov ti permette di cucinare risparmiando energia, tempo e acqua e raccoglie ben cinque funzioni in un solo elettrodomestico: riscalda i biberon, sterilizza, cuoce a vapore, scongela e miscela. Lo si può programmare e quindi avviare senza più preoccuparsi del suo funzionamento, è provvisto di due unità separabili e può cucinare più pasti in contemporanea. Frulla, trita e taglia fino a 500 ml, ha due allarmi (visivo e sonoro), è in grado di sterilizzare fino a tre biberon contemporaneamente ed è quindi impiegabile sia come scaldabiberon che come scaldapappe. Viene venduto con cinque anni di garanzia.
Vai a Babymoov Nutribaby