Lettino Ciak PaliUna delle scelte più importanti in assoluto per quel che riguarda i primi anni di vita di vostro figlio è senza dubbio quella del modello di lettini con sbarre nel quale il bambino dormirà.
Si tratta di un accessorio infanzia di estrema importanza, intorno al quale ruota l’intera progettazione della stanza del bambino: i lettini con sponde sono fondamentali anche come elemento di arredamento e mentre è possibile rinunciare ad altri prodotti arrangiandosi in qualche modo, è ben difficile evitare l’acquisto di un lettino con sbarre.

Ikea, Chicco, Pali, Foppapedretti, Prenatal e molti altri marchi hanno in offerta vari modelli di lettini con sponde e si tratta di un elemento così importante da essere regolamentato nel dettaglio da alcune normative europee, che ne dettano dimensioni e altri dettagli.

Ma a partire da che mese occorre impiegare i lettini con sbarre? E fino a che età occorre usare un lettino con sponde? Quali sono le caratteristiche ideali di un lettino per neonati? Quali materassi e lenzuola bisogna preferire? Esistono posizioni consigliate per il riposo del bebè? Cercheremo di rispondere a questi interrogativi nei prossimi paragrafi.

Consigliati per te

Culla o lettino?

Sebbene esistano in commercio vari riduttori pensati per adattare i lettini con sbarre alle esigenze dei neonati, a nostro modo di vedere un bebè nei suoi primi mesi di vita dovrebbe dormire o in una culla tradizionale oppure nella navicella imbottita della carrozzina.
Nel caso si scelga questa seconda opzione, è preferibile staccare le gambe alla carrozzina e riporre la navicella per terra o comunque in una posizione ben stabile e sicura, accertandosi che tutte le parti meccaniche in grado di muoversi o spostarsi siano ben ferme, così da non recare fastidio o danno al neonato.

Non c’è un limite preciso di età entro il quale il bambino può abbandonare la culla e cominciare a dormire in un lettino con sponde e molto dipende dallo sviluppo del singolo bebè, generalmente però i sei mesi di vita vengono visti come una soglia accettabile a partire dalla quale si potrà cominciare a impiegare il letto. Prima di quel termine carrozzina o culla assicurano un ambiente molto più protetto e controllato, entro il quale il neonato riposa tranquillo.

Ma fino a quanti anni può essere utilizzato un lettino a sponde? Tenete conto che, essendo le sbarre regolabili, a scomparsa o rimovibili, il lettino per l’infanzia potrà essere impiegato fino a circa tre anni, altra ragione per cui bisogna fare molta attenzione nella scelta di questo arredo che rimarrà nella stanzetta molto a lungo e dovrà essere sia gradevole esteticamente che funzionale, sicuro e abbastanza robusto da reggere un impiego prolungato nel tempo.

Cosa dice la legge?

Esistono due normative europee che regolano il settore e alle quali culli e lettine devono essere conformi, la EN 1130 e EN 716. Fra i vari elementi precisati da queste norme occorre ricordare che l’altezza minima delle sponde deve essere di sessanta centimetri per impedire che il bambino riesca a scavalcarle con facilità.
Altro dato molto importante è lo spazio fra le singole stecche, previsto fra i sei e i sette centimetri e mezzo: questo per impedire che il bebè riesca a infilare la testa fra le sbarre.

Queste due normative fanno sì che tutti i principali produttori forniscano automaticamente dei modelli di lettini a sponde che rispettano questi requisiti e generalmente è ben difficile trovare nei negozi specializzati o negli shop online dei lettini “fuorilegge”, ma è sempre meglio controllare la conformità alle regole europee.

Come scegliere il lettino con sbarre

Oltre a quanto stabilito e regolato dalla legge ci sono alcuni criteri di senso comune che ci possono aiutare nell’acquisto di un lettino con sponde di buona qualità.

Occorre una struttura molto robusta, che sia in grado di assicurare stabilità e durata nel tempo: fino a questo punto il materiale d gran lunga preferito è stato il legno, che riesce a essere allo stesso tempo robusto e caldo, in grado di arredare e proteggere.
Una volta che ci siamo assicurati della solidità della struttura occorre accertarsi che non siano stati impiegati materiali tossici o vernici nocive: anche questo dato è regolato per legge e non dovrebbero quindi esserci problemi, ricordiamo comunque che è preferibile l’impiego di vernici ad acqua che non risultino pericolose per il vostro bebè.
Per quel che riguarda la rete consigliamo di sceglierne una con doghe in legno in grado di sostenere in modo corretto la schiena del neonato.

L’altezza minima delle sponde, come detto, è regolata per legge e vi invitiamo a preferire sponde alte, preferibilmente a scomparsa o comunque regolabili, accertandovi dell’affidabilità e sicurezza dei meccanismi che regolano lo scorrimento delle sponde stesse.
Poter regolare e infine rimuovere le sponde vi aiuterà durante lo sviluppo del bambino nei primi anni: potrete man mano abbassare l’ostacolo fino a quando vostro figlio sarà in grado di scavalcarlo senza problemi: continuerà quindi a impiegare il lettino per anni, rimanendo al contempo sempre protetto da un bordo.

Alcune parole, infine, sull’uso di paracolpi e imbottiture varie: contrariamente a quanto si pensa generalmente, non servono a molto e anzi, il loro uso dovrebbe essere scoraggiato. Ostacolano e bloccano la visibilità, non proteggono efficacemente dagli urti e se sono dotati di pizzi, lacci e nastri possono essere pericolosi, al punto che esistono anche indicazioni della Commissione Europea che ne sottolineano gli aspetti negativi. Meglio, se proprio ne sentite il bisogno, impiegare un riduttore.

La scelta di materasso, lenzuola, cuscino e coperte

Oltre a una struttura di alta qualità, dovrete prestare attenzione anche alla scelta del materasso. Cercatene uno preferibilmente rigido, in caucciù, lattice o altri materiali che non si possano deformare facilmente. L’imbottitura, se presente, dovrà avere la certificazione Oeko-Tex Standard 100 e il materasso dovrà avere le stesse dimensioni del lettino, di modo che non ci sia spazio fra sponde e materasso, evitando così che il bambino possa rimanere incastrato con mani o piedi.

Per quel che riguarda le lenzuola, il tessuto migliore è 100% cotone, che hanno ottima traspirabilità e non fanno stagnare l’umidità, così come di cotone leggero o di flanella dovranno essere le coperte.
Il cuscino, infine, è preferibile basso (durante i primi mesi se ne può anche evitare l’impiego) e con struttura alveolare, per permettere la respirazione anche nel caso che il bambino si giri a faccia in giù durante il sonno. Per la scelta suggeriamo cuscini contro la plagiocefalia e cuscini antisoffoco.

Consigliati per te

La posizione corretta durante il sonno

E proprio a proposito dei movimenti del bebè durante il sonno, ricordiamo che la posizione preferibile secondo i medici è quella a pancia in su, ovvero supina.
Tale posizione diminuisce infatti i rischi di SIDS ma, nel caso il neonato abbia spesso dei rigurgiti, sarà necessario consultarsi con il proprio pediatra per concordare soluzioni.

Ricordate infine che il lettino non è un box giochi ed è meglio evitare di riempirlo di giocattoli e peluche, vuoi per questioni di sicurezza vuoi per non sollecitare inutilmente il bambino che deve riposare o dormire.

I migliori lettini con sbarre

Ikea, Chicco, Pali, Foppapedretti, Prenatal: questi e molti altri marchi importanti e conosciuti propongono sul mercato innumerevoli modelli di lettini a sponde, molti dei quali con prezzi economici e offerte di vario tipo. Non è semplice orientarsi fra tutte queste proposte: abbiamo preselezionato per te quattro diversi lettini a sbarre sulla base di un buon rapporto qualità-prezzo, potrai quindi scegliere il modello che soddisfa le tue esigenze e quindi ordinarlo su Amazon, ottenendo sconti e offerte speciali, per poi ricevere il tutto comodamente a casa tua con il recapito a domicilio.

Lettino Ciak Pali

Lettino Ciak Pali
Con oltre novant’anni di esperienza, Pali è uno dei migliori marchi nel settore infanzia e lo dimostra anche la grande qualità di questo lettino.
Fra le caratteristiche di Ciak troviamo: sponda con guaina protettiva para morsi in materiale trasparente e atossico, sponde laterali mobili in faggio massiccio, rete a doppia posizione a doghe, in legno di faggio massello priva di vernici atossiche. Le sponde sono realizzate a norma di sicurezza e Ciak è conforme alle normative: EN 716.

Questo lettino bimbo è dotato di comodo cassetto utilizzabile da entrambi i lati, ha gli spigoli arrotondati e quattro ruote con due sistemi di freno. Realizzato in vernici e materiali atossici, le sue misure interne sono 124 x 64 centimetri ed è infine provvisto di Posizione Prima Nanna, studiata per i primi mesi del bambino.
Materasso non incluso.

Vai a Lettino Ciak Pali

Lettino Foppapedretti Dolcecuore

Lettino Foppapedretti DolcecuoreDolcecuore è un lettino in legno con sponda e rete regolabili a due altezze che consentono sia un uso immediato, fin dai primi mesi di vita, sia un riordino e pulizia facili. Una delle testate ha decorazioni in rilievo e in tessuto, con cuori e orsetto. Questo lettino Foppapedretti è dotato di ruote in gomma antigraffio e sistema frenante e ha un largo cassetto inferiore diviso in due scomparti.
Materasso non incluso.

Vai a Lettino Foppapedretti Dolcecuore

Lettino naturale Waldin

Lettino naturale WaldinSistema completo lettino + materasso, è disponibile sia in legno naturale non trattato che laccato bianco. Realizzato in faggio massiccio, è trasformabile da culla a letto a divanetto, con rotelle e pannello laterale inclusi. Può essere affiancato al letto matrimoniale e le doghe sono regolabili in dieci altezze diverse.
Il materasso è in schiuma con spessore di circa 4 cm e il coprimaterasso è rimovibile, 100% cotone.

Vai a Lettino naturale Waldin

Lettino Foppapedretti Lucy

Lettino Foppapedretti LucyDotato di sponda regolabile, quattro ruote di cui due frenanti e rete a doghe.
Il lettino Lucy è provvisto di cassetto e misura 132 x 71 x 101 centimetri.
Materasso non incluso.

Vai a Lettino Foppapedretti Lucy