Neonato di 6 mesiMezzo anno di vita: questo sì che deve essere considerato un traguardo! Adesso il vostro bambino sta davvero crescendo e questo per lui sarà un mese di grandi cambiamenti, soprattutto considerando che dovrà intraprendere il delicato percorso dello svezzamento. Andiamo insieme alla scoperta di tutto ciò che vi troverete a vivere durante questo mese.

Lo svezzamento

Sarà ovviamente il pediatra ad indicarvi il momento migliore per iniziare lo svezzamento del vostro bambino, ma solitamente cade proprio intorno al compimento del sesto mese di vita. Vi ricordiamo che per un periodo l’inserimento di nuovi alimenti andrà di pari passo con l’allattamento e che le mamme che allattano al seno dovrebbero continuare ad offrire latte materno al loro bambino almeno sino al compimento del primo anno di vita, magari con un paio di poppate al giorno come quella della mattina e della sera prima di andare a dormire.

Gli alimenti che durante il sesto mese di vita il vostro bambino assaggerà e introdurrà nella sua alimentazione quotidiana sono il brodo vegetale e il brodo di carne, la verdura lessa e frullata, i legumi, la pasta o le creme ai cereali, il parmigiano, il prosciutto cotto, il formaggino, la carne frullata o omogeneizzata, l’olio extra vergine di oliva e ovviamente anche la frutta. Avrete anche la possibilità di somministrare al vostro bambino anche lo yogurt, ideale soprattutto per la merenda, e i biscotti appositamente formulati per i bambini così piccoli.

L’uovo deve essere inserito in modo molto graduale perché si tratta di un alimento molto allergizzante. Anche altri alimenti, secondo consiglio del vostro pediatra, verranno inseriti in modo graduale. Un tempo si credeva che questi alimenti, proprio perché allergizzanti, dovessero essere introdotti nell’alimentazione dei bambini più grandi, ma è stato dimostrato invece che la tolleranza è maggiore se vengono inseriti quanto prima possibile. Le precauzioni insomma vanno prese ed è importante un inserimento graduale, ma questo è proprio il momento giusto per iniziare. Nel caso in cui un alimento dovesse dare delle reazioni avverse, il vostro bambino potrà essere sottoposto ad un prick test per capire se è allergico o meno.
Se il vostro bambino assaggerà tutto e dimostrerà di avere molto appetito, potete sentirvi davvero molto fortunati. Purtroppo però non è sempre così. Alcuni bambini infatti non dimostrano un intenso entusiasmo e possono addirittura arrivare a ribellarsi chiudendo la bocca non appena vedono apparire il cucchiaino e serrandola con tutta la forza che hanno. Che fare? Non insistete, offrite il latte come alternativa e riprovate il giorno successivo. Vedrete che ad un certo punto il vostro bambino si sbloccherà e inizierà a mangiare. Ovviamente se un alimento e proprio non gli piace, evitate di proporlo nuovamente. Il vostro bambino è piccolo, è vero, ma ha i suoi gusti ed è importante che li rispettiate.

Consigliati per te

Mettere fine alla poppata notturna

I bambini che vengono allattati al seno possono continuare a chiedere il latte materno di notte. Spesso capita anche con i bambini allattati artificialmente che a metà notte si svegliano perché hanno bisogno del loro biberon. Attenzione. In entrambi i casi non si tratta affatto di fame, soprattutto se lo svezzamento sta funzionando alla perfezione e se i bambini finiscono la loro dose di pappa senza alcun tipo di problema. Si tratta piuttosto di un mezzo di consolazione. Proprio per questo motivo è importante mettere fine alla poppata notturna. Care mamme, dovrete avere molta pazienza, determinazione ed essere consapevole che per qualche notte forse non dormirete neanche un secondo. Vedrete però che riuscirete ad ottenere dei risultati e che alla fine il vostro bimbo dormirà tutta la notte senza chiedere più il latte.

Ovviamente dovrete coccolarlo, prenderlo in collo, offrire il ciuccio, cantare una canzone o leggere una storia, andare insomma alla ricerca di tutti quegli espedienti che vi consentono di farlo rilassare e di offrire la giusta consolazione nonostante il seno o il biberon non siano disponibili.

La dentizione

Molti bambini proprio durante il sesto mese di vita iniziano la dentizione. I denti di latte si fanno spazio, tagliano le gengive e escono finalmente allo scoperto. Il problema è che in questa fase le gengive possono risultare davvero molto arrossate e irritate e i vostri bambini potrebbero provare un dolore piuttosto forte o comunque un fastidio continuo per tutta la giornata che li rende davvero molto nervosi. Per fortuna sono oggi disponibili in commercio appositi giochi per la dentizione che consentono al piccolo di provare sollievo oppure delle creme per lenire le irritazioni, da acquistare ovviamente in farmacia e sempre sotto consiglio del pediatra.

La diarrea e l’intestino pigro

Durante il sesto mese di vita il vostro bambino potrebbe avere problemi di feci liquide con scariche frequenti, circa 3-5 scariche all’ora. In questo caso ovviamente è possibile che si tratti di un’infezione intestinale. Il pediatra deve essere consultato immediatamente, soprattutto nel caso in cui notiate delle tracce di sangue, oppure nel caso in cui siano presenti anche vomito e febbre. Molto importante in ogni caso somministrare al vostro bambino liquidi che permettano di evitare la disidratazione.

Alcuni bambini invece durante questo mese iniziano ad avere un intestino un po’ pigro con meno di cinque evacuazioni a settimana e con feci davvero molto dure. Potete allora somministrare al vostro bambino prugne, acqua delle prugne cotte, pere cotte. Vedrete che l’inserimento di questi alimenti aiuterà davvero molto il vostro bimbo. In caso di sintomi di disagio, potete intervenire con microclisma o supposte di glicerina, ma è molto importante evitare di utilizzare queste soluzioni con molta frequenza perché l’intestino del bambino potrebbe impigrirsi ulteriormente.

Ricevi consigli mentre tuo figlio cresce

Iscriviti alla newsletter di BambinoFelice.it e ti aiuteremo nel tempo nel difficile compito di essere genitore, con utili consigli, guide e offerte in tutte le fasi della crescita, per affrontare al meglio i primi mesi e anni di vita del tuo piccolo.

* campo necessario
Sesso *
/
Primo figlio?
/

I traguardi del sesto mese

Durante il sesto mese di vita vedrete che il vostro bambino tenderà la mano nel caso in cui gli venga offerto un oggetto e lo afferrerà in modo davvero molto saldo. Inizierà inoltre a tenere la testa sempre più dritta e a stare seduto in modo corretto per lunghi periodi di tempo. Inoltre potrebbe iniziare a pronunciare qualche sillaba.

Cosa acquistare durante il sesto mese

I bambini durante il sesto mese di vita compiono grandi traguardi e grandi cambiamenti e sono davvero molti gli oggetti e i giocattoli che potete decidere di acquistare per rendere ogni giornata più bella, piacevole e divertente. Ecco a nostro avviso cosa dovete assolutamente comprare:

  • Giocattoli impilabili. Grazie ai giocattoli impilabili i bambini iniziano a comprendere la differenza tra grande e piccolo e tra sopra e sotto. Solitamente hanno molti colori, così che i bambini possano iniziare a scoprire anche questo dettaglio tanto meraviglioso del mondo che li circonda.
  • Giocattoli che rotolano o che si spostano in modo autonomo. Giocattoli di questa tipologia sono la scelta ideale per i bambini di questa età che vogliono poterli prendere in mano e che proprio per questo motivo inizieranno a sforzarsi di raggiungerli, stirando quanto più possibile le braccia oppure cercando persino di gattonare.
  • Set per la pappa. Adesso che lo svezzamento ha preso il via, il vostro bambino avrà bisogno di un bel set per la pappa in plastica colorata e con molti disegni allegri e divertenti, che sia composto da due piatti, di cui uno magari anche in possesso di serbatoio per l’acqua calda che consenta di tenere la pappa alla giusta temperatura, di un cucchiaio e di una tazza salvagoccia per iniziare anche a bere l’acqua.
  • Bavaglino. Per evitare che il vostro bimbo si macchi mentre mangia le prime pappe, il bavaglino è assolutamente necessario. Vi consigliamo di scegliere quelli di grandi dimensioni, che vi permettono infatti di coprire al meglio il vostro piccolo, in spugna ma con inserto impermeabile. Se il vostro bambino si dimena davvero molto, provate quelli con elastico o con chiusura a strap, sicuramente molto più comodi e pratici da chiudere.
  • Giochi per il bagnetto. Sino a questo momento il bagnetto è stato davvero molto piacevole sia per il bambino che per i genitori e molto semplice da realizzare. A partire dal sesto mese di vita però potrebbe non essere così perché il bambino inizia a muoversi in continuazione e perché potrebbe annoiarsi. Meglio allora acquistare qualche gioco per il bagnetto, magari qualche paperella colorata o qualche bel pesciolino.
  • Giochi per la dentizione. Sono disponibili in commercio dei giochi pensati appositamente per massaggiare le gengive dei vostri bambini. Sono in possesso di parti in rialzo che consentono al piccolo di provare un immediato sollievo. Alcuni di questi giochi sono composti da un gel che si raffredda molto velocemente in frigo o in freezer. Grazie al potere del ghiaccio le gengive diventano meno rosse e meno infiammate. Oltre a divertirsi insomma il vostro bambino potrà sentirsi meglio in questa delicata e fastidiosa fase della dentizione.
  • Cuocipappa. Alcuni dei brand specializzati in prodotti per la prima infanzia, hanno immesso sul mercato da qualche anno eccellenti cuocipappa. Si tratta di piccoli elettrodomestici che consentono alle neomamme di preparare ogni genere di pappa per il loro bambino in fase di svezzamento in modo semplice e veloce, e senza sporcare, come invece spesso purtroppo accade, mille pentole. Con i cuocipappa è possibile preparare il brodo, le verdure lesse, la carne e persino gli omogeneizzati.
  • Seggiolino auto. Non appena il vostro bambino sarà troppo grande per stare nell’ovetto, dovrete necessariamente acquistare un seggiolino auto. Il seggiolino deve essere omologato, sicuro e di alta qualità e deve essere scelto nella versione adatta all’età e al peso del vostro bambino. Ci sono alcuni seggiolini trasformabili oggi disponibili in commercio che possono essere utilizzati dai 6 mesi di vita sino al compimento dei 12 anni. Si tratta sicuramente di seggiolini consigliabili, così che dobbiate fare un solo acquisto e abbiate la possibilità quindi di risparmiare.

Consigliati per te