Neonato 11 mesiEcco arrivato l’undicesimo mese di vita. Siamo ad un passo dal compimento di 1 anno e il vostro bambino sta crescendo a vista d’occhio. Ecco allora una serie di consigli per vivere al meglio questo momento tanto importante della vita del vostro bambino.

Le medicine

Le mamme italiane si dividono in due fazioni: le mamme che si sentono tranquille solo quando il pediatra segna una medicina al loro bambino, consapevoli che infatti quella medicina lo aiuterà a sentirsi meglio nel minor tempo possibile e le mamme che invece prediligono metodi di cura alternativi, consapevoli infatti che le medicine possono avere anche degli effetti indesiderati.

Come spesso accade, la via di mezzo è sempre la migliore. Metodi alternativi e naturali sono da prediligere ogni qual volta vi sia in atto un malessere stagionale lievissimo, ma ci sono alcuni casi più gravi in cui un medicinale è assolutamente da prendere in considerazione, l’unica soluzione possibile per far guardare il vostro piccolo.

Ma perché vi parliamo di tutto questo adesso che il vostro piccolo ha raggiunto l’undicesimo mese di vita? Perché da questo momento in poi con molta probabilità si ammalerà con maggiore frequenza. Si tratta di una cosa del tutto naturale, soprattutto perché il vostro bambino inizia a stare molto di più all’aria aperta e a contatto con molti altri bambini della sua stessa età.

Ecco le tipologie di medicinali più diffuse che potrebbero essere utili al vostro bambino:

  • Antibiotici. Gli antibiotici devono necessariamente essere prescritti dal pediatra e devono essere somministrati solo in caso vi sia un’infezione in corso. I bambini tollerano gli antibiotici piuttosto bene, ma è molto importante che li prendano solo quando strettamente necessario perché l’organismo tende ad abituarsi in modo molto veloce a questo genere di sostanze e a sviluppare una resistenza davvero eccellente.
  • Broncodilatatori. Anche questi medicinali devono assolutamente essere prescritti dal proprio medico curante e consentono di contrastare in modo eccellente l’asma e qualsiasi anomala attività dei bronchi, aiutando il piccolo a respirare al meglio.
  • Idrocortisone in crema. Altro medicinale che deve essere prescritto dal pediatra e che offre la possibilità di contrastare la dermatite, soprattutto in casi particolarmente gravi e che comportano fastidi intensi nel bambino.
  • Antifebbrili, paracetamolo in modo particolare. Questo è un medicinale che non necessita di prescrizione medica e che deve necessariamente essere presente in ogni casa in cui vi sia un bambino piccolo. Si tratta infatti di un medicinale che consente di abbassare la febbre. Attenzione: deve essere utilizzato solo quando la febbre raggiungere almeno i 38-38.5. Può in alcuni casi essere utilizzato anche come antidolorifico, ma è sempre bene sentire prima il parere del medico.

Come vedete, questi farmaci sono indicati in casi particolari. In tutti gli altri casi, in malesseri passeggeri come, ad esempio, un leggero raffreddore o una leggera tosse, una febbriciattola che arriva a 37 gradi e simili, è possibile anche pensare a qualche metodo alternativo e naturale. Sconsigliamo però sempre il fai da te. Il vostro pediatra saprà infatti consigliarvi su quali siano i metodi migliori. Ricordate che per ogni problema di salute, anche piccolo e leggero, deve essere sempre il vostro principale punto di riferimento.

Attenzione alla data di scadenza dei farmaci. Può capitare infatti che i farmaci che il vostro pediatra vi ha detto di tenere in casa, scadano prima che abbiate la possibilità di utilizzarli. Ovviamente alla data di scadenza devono essere gettati via. E nel caso in cui ormai li abbiate somministrati al vostro bambino? Non dovrebbe cadere, ma possiamo assicurarvi che le conseguenza non saranno negative. Il farmaco infatti non diventa affatto tossico, semplicemente diventa del tutto inefficace. Per sicurezza e tranquillità, chiamate il pediatra ma vedrete che non dovrete fare niente.

Ricevi consigli mentre tuo figlio cresce

Iscriviti alla newsletter di BambinoFelice.it e ti aiuteremo nel tempo nel difficile compito di essere genitore, con utili consigli, guide e offerte in tutte le fasi della crescita, per affrontare al meglio i primi mesi e anni di vita del tuo piccolo.

* campo necessario
Sesso *
/
Primo figlio?
/

Sesta malattia e infezione mani-piedi-bocca

Intorno agli 11 mesi di vita alcuni bambini prendono malattie infettive molto contagiose, soprattutto nel caso in cui vadano all’asilo nido o abbiano comunque la possibilità di stare a diretto contatto con molti altri bambini della loro stessa età.

Tra le malattie infettive in assoluto più diffuse dobbiamo ricordare la sesta malattia. Si manifesta con una febbre molto alta che persiste per circa tre giorni. La febbre poi scompare. Dopo uno o due giorni più o meno compaiono su tutta la schiena, spesso su tutto il corpo, macchie di colore rosso. Non appena le macchie compaiono, la malattia in realtà ha già fatto il suo decorso e il bambino non può più essere considerato infetto e non potrà quindi far ammalare più gli altri bimbi con cui entra in contatto. Si tratta di una malattia infettiva e come tale rende il bambino nervoso, con un senso di generale malessere, con poco appetito, ma si tratta anche di una malattia che si risolve nel giro di pochi giorni senza alcun tipo di conseguenza e senza neanche che il bimbo debba prendere medicinali, se non il paracetamolo nei primi tre giorni per far abbassare la febbre.

L’alta malattia infettiva molto diffusa nell’undicesimo mese di vita è la sindrome mani-piedi-bocca. Questa infezione è causata dal virus Coxsackie e si manifesta con febbre bassa, mancanza di appetito, senso di malessere e in alcuni casi anche mal di pancia. Dopo questi sintomi, ecco che compaiono sulle mani, sui piedi e sulla bocca del bambino macchie rosse che si trasformano in vere e proprie ulcere, solitamente non dolorose, ma di sicuro fastidiose. Nel giro di 48 ore le ulcere possono estendersi anche sul resto del corpo. Anche in questo caso non esistono cure particolari, se non il paracetamolo per tenere a freno la febbre. Nel giro di circa una settimana, la malattia infettiva si risolve in modo spontaneo.

Il movimento del bambino

Raggiunto l’undicesimo mese di vita, molti bambini camminano da soli, spesso persino senza alcun tipo di sostegno. Altri possono sentirsi ancora poco sicuri e avere bisogno di un sostegno oppure della mano della mamma o del papà. Se il vostro bambino però ancora non cammina, non allarmatevi. Ogni bimbo ha i suoi tempi e il vostro forse non si sente ancora pronto a compiere questo cambiamento. Potete spronarlo ovviamente, ma mai forzarlo. Ogni forzatura potrebbe infatti essere controproducente.

Se ancora non lo avete fatto, provvedete però ad acquistare per il vostro bimbo un paio di scarpine che siano adatte ai primi passi. Gli saranno utili per sentirsi più sicuro, per avere maggiore stabilità e in modo particolare fuori casa, per evitare che possa farsi male nei suoi primi goffi tentativi di stare in piedi.

Undicesimo mese di vita: cosa comprare per il vostro bambino

Ecco un breve elenco di oggetti, accessori e giochi che potete acquistare per il vostro bimbo di 11 mesi:

  • Giocattoli per il coordinamento manuale visivo. Molti bambini sono già in grado di coordinare in modo eccellente mani e occhi, ma ci sono molti giochi che li aiutano a migliorare la coordinazione e diventare sempre più veloci nei movimenti.
  • Telefoni giocattolo. Grazie ai telefoni giocattolo o ad altre tipologie di dispositivi di questa tipologia i bambini possono sviluppare il linguaggio cercando di ripetere ciò che sentono dire alla mamma e al papà come “Pronto?” “Chi è?” “Ciao!” “A presto!”.
  • Costruzioni. Se ancora i vostri bambini non possiedono le costruzioni, questo è il momento giusto per offrirgliele, scegliendo mattoncini colorati, di grandi dimensioni e in morbida gomma.
  • Puzzle. A partire dall’undicesimo mese di vita i bambini possono anche iniziare a giocare con i puzzle, ovviamente però con l’aiuto di un adulto. I puzzle migliori per questa età sono quelli in legno composti da pezzi davvero molto grandi e con forme ben definite
  • Le scarpe primi passi. Se ancora non avete acquistato un paio di scarpe di questa tipologia per il vostro bambino, è arrivato il momento di farlo. Scegliete solo marche famose e rinomate e scarpe adatte ai primi passi che il bimbo deve compiere.
  • Spazzolino da denti. I bambini iniziano ad avere ormai qualche dentino e iniziano a mangiare di tutto. Proprio per questo motivo è di fondamentale importanza prendersi cura della loro igiene orale e iniziare ad insegnare loro la routine quotidiana di lavarsi i denti. Sono disponibili in commercio appositi spazzolini che possono essere utilizzati sin dal primo dentino e appositi dentifricio ovviamente. Sono anche disponibili dei veri e propri kit per l’igiene orale.
  • Poltroncina. I bambini intorno agli 11 mesi di vita iniziano a trascorrere molto tempo con la mamma ed il papà e ad interagire con loro. Perché allora non acquistare per il vostro bambino una bella poltroncina da mettere in soggiorno così che i vostri momenti insieme risultino più piacevoli e confortevoli? Sono oggi disponibili in commercio poltroncine pensate per il relax e la sicurezza dei bambini, che sono realizzate in gommapiuma oppure in schiuma espansa e che sono in possesso di un rivestimento delicato in cotone al 100%. Colorate e allegre, queste sono sedute perfette per i vostri bimbi.
  • Sbarra per il letto singolo. Intorno agli 11-12 mesi di vita alcuni bambini non possono più stare nel letto con le sbarre. Si arrampicano infatti e tendono a gettarsi di sotto, cosa questa ovviamente molto pericolosa. Meglio allora provvedere ad acquistare un normale lettino singolo. In questo caso però sarà necessario anche acquistare una sbarra per il lettino, che consenta di evitare eventuali cadute e che offra quindi al bambino la possibilità al bambino di riposare in piena sicurezza.

Consigliati per te