Come passa il tempo! Quante volte vi troverete a ripeterlo in questo periodo. Si tratta di una riflessione più che normale. Questi primi mesi di vita del vostro bambino sono infatti passati davvero in fretta e adesso iniziate a vedere i frutti di tutte le attenzioni che gli avete dato, un bimbo che cresce, che fa esperienza del mondo intorno a lui, che ogni giorno compie qualche piccolo ma importante progresso. Ecco allora alcuni consigli per vivere al meglio il decimo mese di vita del vostro piccolo.

L’alimentazione del bambino di 10 mesi

Intorno ai 10 mesi di vita lo svezzamento del vostro bambino dovrebbe essere ormai arrivato a buon punto. Dovreste infatti avere ormai inserito quasi ogni genere di alimento e il vostro bimbo potrebbe persino essere pronto, in alcun casi e sempre sotto consiglio del pediatra di famiglia, ad assaggiare anche ciò che mangiano la mamma e il papà.

Questo è vero, ma è vero anche che alcuni bambini potrebbero essere ancora un po’ riluttanti. Sono soprattutto i bambini che ancora vengono anche allattati al seno materno ad avere in alcuni momenti delle vere e proprie crisi. La loro paura è che la mamma tolga loro il latte, da cui invece si sentono dipendenti. La cosa importante è che le mamme stiano tranquille, che non trasmettano ansie o frustrazione al loro piccolo e che siano determinate a portare avanti lo svezzamento al meglio. I bambini si nutrono infatti delle paure e delle indecisioni della mamma e sono in grado di sfruttarle a loro piacimento. Se il bambino sente che va tutto bene e che la mamma tranquilla, sarà sicuramente più propenso invece ad accogliere ogni cambiamento in modo eccellente.

Organizzare la sua cameretta

Il vostro bambino sta crescendo, ha iniziato a gattonare o addirittura a compiere i suoi primi passi e ormai possiede davvero molti giocattoli. Questo, se ancora non lo avete fatto, è il momento giusto per iniziare ad organizzare al meglio la sua camera. Sicuramente avete già provveduto a metterla in sicurezza, ma adesso dovete anche pensare al modo migliore per riporre i suoi giochi. Scegliete delle ampie scatole o delle ceste dove i giochi quando non vengono utilizzati possano essere riposti. Scegliete anche una libreria, per accogliere ogni suo libro al meglio. I mobili migliori sono quelli che consentono al piccolo di accedere a tutti i suoi giochi e libri in modo del tutto autonomo, secondo quindi il metodo Montessori, così che il piccolo possa avere quanta più libertà e indipendenza possibili.

La cameretta del bambino dovrebbe anche essere decorata, in modo che risulti allegra, colorata e divertente, magari con stickers da appendere alle pareti, lampade dalla forma stravagante e tinte colorate alle pareti. Sul pavimento, potete scegliere di posizionare un tappeto, magari di quelli in gomma a puzzle che ai bambini piacciono davvero molto e che consentono di evitare che si facciano male in caso di cadute.

Consigliati per te

La buonanotte: un vero e proprio rito

Il vostro bambino sta crescendo ed è allora arrivato il momento di trasformare la buonanotte in un vero e proprio rito, che sia identico ogni sera, che consenta al piccolo di rilassarsi e di addormentarsi nel più breve tempo possibile. In questo modo il bambino dormirà molto più tranquillo e la mamma avrà più tempo a disposizione per se stessa, cosa anche questa ovviamente da non sottovalutare affatto.

Il rituale della buonanotte dovrebbe prevedere parole affettuose da parte della mamma, coccole, racconti e lettura di qualche libricino nonché magari una canzone, una delle preferite del bimbo, che la mamma canterà a bassa voce mentre lo accarezza.

La cistite

Può capitare che il vostro bambino incorra in un’infiammazione della vescica, chiamata cistite. Ve ne renderete conto molto facilmente, perché il vostro bimbo proverà bruciore e fastidio ogni volta che farà la pipì. In alcuni casi potreste persino notare la comporta di sangue e un senso di generale malessere, febbre compresa. Che fare? La prima cosa da fare è chiamare il pediatra che vi farà sicuramente fare un esame delle urine per capire se davvero c’è un’infezione in corso. Nel caso in cui l’infezione sia presente, sarà necessario procedere con l’assunzione di un antibiotico, che dovrà essere segnato ovviamente dal pediatra stesso.

L’intolleranza al glutine

Adesso che il vostro bambino sta portando a termine il suo svezzamento, sta sicuramente mangiando in modo molto frequente frumento, orzo, segale e farro, tutti alimenti che contengono glutine. L’intolleranza al glutine, meglio conosciuta da tutti semplicemente come celiachia, è molto frequente ed è importante controllare che non siano presenti sintomi già a partire dai 10 mesi di vita in quanto può compromettere la salute dell’intestino e rendere difficile inoltre l’assorbimento di alcune tra le più importanti sostanze nutritive. Sarà il pediatra ovviamente a controllare la situazione del vostro piccolo, ma dovete prestare attenzione ad una eventuale blocco della crescita, ad una perdita di peso particolarmente importante, al vomito o alla diarrea. Nel caso in cui questi sintomi compaiono, contattate il pediatra. Potrebbe essere necessario effettuare un esame del sangue per capire se l’intolleranza al glutine è presente e nel caso eliminare ovviamente il glutine dalla dieta del vostro piccolo.

Ricevi consigli mentre tuo figlio cresce

Iscriviti alla newsletter di BambinoFelice.it e ti aiuteremo nel tempo nel difficile compito di essere genitore, con utili consigli, guide e offerte in tutte le fasi della crescita, per affrontare al meglio i primi mesi e anni di vita del tuo piccolo.

* campo necessario
Sesso *
/
Primo figlio?
/

Cosa comprare al decimo mese di vita

Al decimo mese di vita, ci sono davvero molte cose che potete acquistare per il vostro bambino, per fare in modo che la sua cameretta sia perfetta per questo momento di crescita e di scoperta e per aiutarlo a vivere al meglio ogni sua nuova esperienza. Tra le cose che dovete a nostro avviso assolutamente prendere in considerazione per i vostri acquisti dobbiamo ricordare:

  • Scatole e ceste per i giochi. Grazie alle scatole e alle ceste per i giochi, potete mettere in ordine la cameretta del bambino, magari tenendo i giochi divisi per genere e facendovi anche aiutare dal vostro bimbo a mettere in ordine arrivati a fine giornata. Scatole e ceste sono oggi disponibili anche in versione impilabile, così che abbiate la possibilità di ottimizzare al meglio lo spazio che avete a vostra disposizione. Ovviamente vi consigliamo di acquistare dei modelli che siano allegri e colorati, perfetti per portare un po’ di vivacità nella cameretta del vostro bimbo.
  • Libri. In questo periodo ai bambini piace davvero molto ascoltare le storie, soprattutto prima di addormentarsi. Dovete quindi assolutamente acquistare qualche bel libro per il momento della buonanotte. Molti sono anche i libri disponibili per aiutare i piccoli a scoprire i colori, le emozioni e le loro prime parole.
  • Libreria. Una piccola libreria dove riporre tutti i libri che il vostro bambino possiede è necessaria nella sua cameretta. In questo modo il bambino capirà che i libri sono un bene prezioso e riuscirà ad accedervi facilmente e in modo del tutto autonomo.
  • Pavimento a puzzle in gomma o morbidi tappeti. I bambini di 10 mesi tendono a cadere e rotolare, ma grazie ad articoli di questa tipologia è possibile evitare che si facciano male.
  • Stickers per le pareti. Colorati, allegri, con i loro personaggi preferiti, gli stickers oggi disponibili in commercio sono davvero innumerevoli, da posizionare alle pareti, ma anche, perché no, da utilizzare per decorare i mobili di casa.
  • Lampada per la cameretta. I bambini hanno bisogno di una lampada da mettere nella loro cameretta, ideale soprattutto di notte per fare in modo che non abbiano paura del buio. Sceglietene una da appendere proprio accanto al lettino o da posizionare sul comodino, in una versione ovviamente colorata e con una forma accattivante. In commercio trovate di tutto: orsetti, lune, stelle, coccinelle e chi più ne ha più ne metta.
  • Giocattoli con numeri, lettere, forme e colori. Questi giochi sviluppano l’apprendimento del vostro bambino e lo aiutano a scoprire concetti per lui complessi in modo davvero molto semplice.
  • Il primo cavalcabile. Intorno ai 10 mesi di vita potete decidere di acquistare per il vostro bambino il primo cavalcabile. Si tratta di un gioco, spesso a forma di macchinina, moto oppure di un animale, soprattutto il cavallo, che può essere appunto cavalcato dal bambino. Dispone di ruote così che il bimbo semplicemente spingendosi con i piedi abbia la possibilità di muoversi nello spazio circostante. I migliori cavalcabili per i 10 mesi di vita sono quelli che il genitore può spingere e che sono in possesso anche di pedane dove il vostro bambino può poggiare i suoi piedi. Deve trattarsi inoltre di un cavalcabile con cinture di sicurezza per evitare ogni genere di incidente. Il manubrio può essere in possesso di effetti sonori di ogni tipologia, per rendere il gioco se possibile ancora più divertente.
  • Giochi primi passi. Nel caso in cui il vostro bambino abbia già iniziato a tirarsi su in piedi in modo autonomo, potete decidere di acquistare per lui un gioco primi passi. Si tratta di un gioco con apposite maniglie che consente al piccolo di stare in piedi avendo un supporto a cui appoggiarsi. Il gioco dispone di ruote e il piccolo spingendolo ha così la possibilità di compiere i suoi primi passi in totale sicurezza. Solitamente la spinta produce anche un suono o una musica, una sorta di premio che il piccolo riceve per ogni passo compiuto. I giochi primi passi sono anche un vero e proprio centro attività con giochi sonori, forme da inserire, sonagli, specchi e molto altro ancora.

Consigliati per te