Nonostante viviamo in un’epoca in cui le informazioni dilagano, anche grazie al potere del web, molte donne ancora non sanno che sono davvero pochi i giorni del mese in cui si hanno effettivamente delle proprie probabilità di restare incinta, solo infatti durante l’ovulazione. Ma come capire se si sta ovulando? Ci sono alcuni metodi che le donne che vogliono un figlio possono seguire per capire se sono in fase di ovulazione, così da poter portare alla luce quali sono i giorni in cui vi sono maggiori probabilità di incorrere in una gravidanza: la temperatura basale, il muco cervicale e gli stick canadesi.

Prima di andare alla scoperta di questi tre metodi, ci teniamo a ricordare che è del tutto sbagliato trasformare l’atto sessuale in un programma da svolgere per riuscire a restare incinta. È bene capire se si sta ovulando perché senza dubbio sono quelli i giorni in cui la maggior parte dei rapporti sessuali devono essere concentrati, ma il rapporto sessuale deve sempre essere naturale ed istintivo, passionale, altrimenti si snatura la voglia di stare insieme e rischiate di compromettere il vostro rapporto d’amore. Dato questo consiglio, andiamo insieme alla scoperta dei tre metodi che vi abbiamo sopra elencato.

La temperatura basale

La temperatura basale è la temperatura corporea in condizioni basali, al mattino quindi al momento del risveglio, prima di iniziare una qualsiasi tipologia di attività. Ogni attività infatti, anche la più piccola, comporta un cambiamento nella temperatura. È molto importante che la temperatura basale venga controllata ogni giorno alla stessa identica ora, altrimenti c’è il rischio di non riuscire ad ottenere dei dati precisi. La temperatura può essere misurata per via orale, per via rettale o anche vaginale. A voi la scelta, in base alle vostre preferenze, ma è importante che scegliate sempre la stessa tipologia di misurazione, pena il rischio di commettere degli errori di valutazione.

Per poter davvero riuscire a comprendere i cambiamenti nella temperatura basale, sarà necessario controllare la temperatura partendo dal primo giorno del ciclo mestruale, preferibilmente per almeno tre mesi, in modo da poter davvero comprendere al meglio i cambiamenti del proprio corpo. Dovete infatti rendervi conto che ogni donna è un universo a parte e che dovrete quindi cercare di prendere dimestichezza con la vostra specifica temperatura.

Ma per controllare la temperatura basale, è sufficiente un normale termometro, di quelli che vengono solitamente utilizzati per la misurazione della febbre? No, sarebbe preferibile acquistare un termometro appositamente pensato per la temperatura basale, in quanto in questo modo si ha la possibilità di ottenere la massima precisione possibile. Per fortuna quello che un tempo era un prodotto molto difficile da trovare in commercio, è oggi un prodotto comune e molto diffuso, che può essere acquistato in ogni farmacia o anche direttamente online.

Sconto di 2,00 €Bestseller No. 1
Femometer Termometro basale digitale per indicare il periodo di ovulazione, Test BBT Altamente Sensibile FertilitÀ E Ovulazione Digitale Traccia Per Gravidanza e contraccezione
7 Recensioni
Femometer Termometro basale digitale per indicare il periodo di ovulazione, Test BBT Altamente Sensibile FertilitÀ E Ovulazione Digitale Traccia Per Gravidanza e contraccezione
  • Termometro multifunzione: questo termometro digitale ad alta precisione (1/100 di grado) può essere utilizzato come termometro basale per...
  • Inserimento manuale dei dati e Grafico automatico: (inserimento manuale dei dati nell'app) tieni traccia della tua temperatura basale grazie...
  • Misurazioni di precisione clinica: altissima precisione con ±0,05℃/±0,09℉
  • Certificato a livello internazionale: approvato da FDA e CE. Realizzato in materiale antibatterico di alta qualità, questo termometro è...
  • Garanzia: 1 anno dalla data di acquisto per problematiche legate alla qualità. Assistenza tecnica permanente. Contattaci tramite Amazon o...

Adesso che avete queste informazioni, come capire quando c’è l’ovulazione? Durante le rilevazioni, vedrete che la temperatura basale è ogni giorno la stessa. Più o meno a metà del ciclo, ecco però che la temperatura subisce un innalzamento fino poi ad assestarsi sui 37°C fino alle prossime mestruazioni. L’innalzamento della temperatura, dettato dal progesterone, è il dato che a voi serve per poter capire se siete nei giorni fertili: 3 giorni dopo infatti l’innalzamento della temperatura basale, avrete maggiori probabilità di incorrere in una gravidanza. Se nonostante aver seguito queste indicazioni non siete incinta, la temperatura basale tornerà a scendere qualche giorno prima delle mestruazioni. Se siete incorse in una gravidanza, la temperatura basale invece non scenderà.

Capire se si sta ovulando con il controllo della temperatura basale è insomma abbastanza semplice, anche se è necessario prendere un po’ di dimestichezza con il proprio corpo, ma è molto importante ricordare che ci sono alcuni elementi che potrebbero interferire con le rilevazioni, rendendole poco attendibili. Le rilevazioni della temperatura basale non dovrebbero essere fatte in caso di assunzione di droga oppure di alcol. Anche nel caso in cui vi sia un’influenza in corso, le rilevazioni potrebbero non risultare attendibili. Non solo, a quanto pare anche emozioni troppo intense potrebbero interferire. Inoltre è importante ricordare che il sonno deve essere di buona qualità. Le donne che dormono poche ore potrebbero avere dei problemi di rilevazioni.

Ricevi consigli mentre tuo figlio cresce

Iscriviti alla newsletter di BambinoFelice.it e ti aiuteremo nel tempo nel difficile compito di essere genitore, con utili consigli, guide e offerte in tutte le fasi della crescita, per affrontare al meglio i primi mesi e anni di vita del tuo piccolo.

* campo necessario
Sesso *
/
Primo figlio?
/

BambinoFelice.it usa la tua email per inviarti aggiornamenti, consigli e offerte commerciali. Per ricevere i nostri suggerimenti devi selezionare le caselle sottostanti.

Il muco cervicale

Il muco cervicale è una sostanza che rende la vagina ostile al passaggio degli spermatozoi. Se gli spermatozoi non possono passare, non riescono ovviamente a raggiungere le tube di Falloppio dove ha luogo la fecondazione dell’uovo. Durante l’ovulazione il muco cervicale cambia però il suo aspetto in modo intenso. Diventa infatti di consistenza liquida, molto trasparente o comunque di colore chiaro, permettendo così agli spermatozoi di passare e di rendere possibile la fecondazione. L’osservazione del muco cervicale consente quindi alle donne di comprendere se si sta ovulando e se ci sono quindi maggior possibilità di incorrere in una gravidanza.

Come osservare il muco cervicale? Dobbiamo ammettere che quando il muco diventa piuttosto liquido, spesso le donne hanno delle vere e proprie perdite direttamente sulla biancheria intima. È quindi possibile prelevare queste perdite oppure utilizzare della carta igienica subito dopo aver fatto pipì. Non tutte le donne hanno però perdite così abbondanti. Allora è bene fare un piccolo prelievo con le dita. Sappiamo perfettamente che questa pratica potrebbe sembrare complicata o poco piacevole, ma possiamo assicurarvi che non è affatto così. Non abbiate paura del vostro corpo, né di toccarlo. È vostro e avete tutto il diritto di cercare di capire come funzioni. Prelevate quindi con le dita un po’ di muco cervicale e osservatelo. Dovete osservare il suo colore e la sua consistenza e dovete anche capire se è flessibile oppure no. Sì, perché se è molto flessibile allora l’ovulazione è senza dubbio presente. Per capire se è flessibile, mettete il muco tra due dita e cercate di allontanarle. Se allontanando le dita il muco si rompe, senza neanche permettervi di arrivare ad un centimetro di distanza, il muco non è flessibile e l’ambiente quindi risulta ancora ostile agli spermatozoi. Se il muco invece non si rompe neanche ad una distanza di molti centimetri, l’ovulazione è senza dubbio presente.

Gli stick canadesi

Sono oggi disponibili in commercio anche gli stick di ovulazione che, come dice il nome stesso, consentono di capire in modo semplice e preciso quali sono i giorni in cui ha luogo l’ovulazione e che sono quindi i più fertili. Tra gli stick di ovulazione in assoluto più diffusi, dobbiamo ricordare gli stick canadesi, che sono senza dubbio anche i più economici e che possono facilmente essere acquistati direttamente online.

Bestseller No. 1
One Step 50 x Test di ovulazione ultrasensibili (20mIU/ml) + 10 x Test di Gravidanza ultrasensibili 10 mIU/ml
780 Recensioni
One Step 50 x Test di ovulazione ultrasensibili (20mIU/ml) + 10 x Test di Gravidanza ultrasensibili 10 mIU/ml
  • istruzioni in italiano disponibile
  • inviato priorità posta aerea richiede normalmente solo 3-6 giorni per arrivare
  • Test di ovulazione indica i giorni migliori per il concepimento........Test di Gravidanza indica Può essere usato fino a 5 giorni prima...
  • affidabile - più grande venditore in Francia, Gran Bretagna e Germania
  • IMPORTANTE: Spediremo tutti gli ordini entro 1 giorno lavorativo e l'ordine dovrebbe quindi arrivare entro 5-7 giorni. Se il pacchetto non...

Gli stick canadesi sono in grado di leggere la quantità di LH presente nelle urine, un ormone questo che è presente nell’organismo femminile e che aumenta più ci si avvicina al giorno dell’ovulazione, con un picco di 24 o al massimo 36 ore prima dell’ovulazione. Per poter effettuare correttamente questi stick, è necessario utilizzarli 16 giorni prima dell’arrivo delle mestruazioni. Per fare un banale esempio, se una donna ha un ciclo di 28 giorni, può iniziare ad effettuare gli stick a partire dal 12esimo giorno. Possono essere effettuati in ogni momento della giornata, ma è necessario che non abbiate fatto la pipì per almeno 4 ore.

È molto importante, per evitare di ottenere dei risultati sballati, utilizzare un contenitore pulito e asciutto per la raccolta delle urine, meglio ancora se sterile. Dovete poi prestare attenzione alle frecce presenti sullo stick. Le urine infatti non devono mai andare oltre quelle frecce. Lo stick deve restare immerso nelle urine per una decina di secondi e poi posizionati su un piano in orizzontale a riposare per circa un minuto. Solo a quel punto è possibile leggere il test. Quando sullo stick canadese compaiono due linee colorate, ecco che il test è positivo. Questo significa che siete in un giorno fertile, ideale per provare ad incorrere in una gravidanza. Anche i 4-5 giorni successivi sono eccellenti per provare ad avere una gravidanza. Ma attenzione, affinché il test dia davvero positivo, le linee devono essere intense e non sbiadite. Se è presente una sola linea invece il test è negativo, in quanto quella è solo la linea di controllo, che indica quindi che il test è stato effettuato nel modo corretto.

Ricevi consigli mentre tuo figlio cresce

Iscriviti alla newsletter di BambinoFelice.it e ti aiuteremo nel tempo nel difficile compito di essere genitore, con utili consigli, guide e offerte in tutte le fasi della crescita, per affrontare al meglio i primi mesi e anni di vita del tuo piccolo.

* campo necessario
Sesso *
/
Primo figlio?
/

BambinoFelice.it usa la tua email per inviarti aggiornamenti, consigli e offerte commerciali. Per ricevere i nostri suggerimenti devi selezionare le caselle sottostanti.