ortone-e-il-mondo-dei-chiOrtone e il Mondo dei Chi è un cartone animato risalente al 2007. Alla regia troviamo Jim Hayward e Steve Martino. Il protagonista di questo film di animazione, come è chiaro dal titolo stesso, è un elefante di nome Ortone. Il suo carattere docile e la sua gentilezza gli hanno fatto guadagnare la benevolenza di tutti quelli con cui ha a che fare. La sua vita, però, cambia radicalmente quando sente un grido di aiuto provenire da un piccolo granello di sabbia. Nonostante i suoi amici lo prendano in giro decide di approfondire. Entra così in contatto con gli abitanti della città dei Chi non So, un luogo dove non esistono cattive notizie e dove tutti vivono con il sorriso.

Questa è a grandi linee la trama di un film di animazione frutto della creatività delle stesse menti che sono dietro a L’era Glaciale. Molto importante quando si parla di questo classico di animazione è il riferimento a temi universali come l’amicizia e la lealtà reciproca. Centrale è anche l’approfondimento del rapporto padre – figlio. Questi sentimenti universali, profondamente legati alla storia stessa dell’uomo, vengono approfonditi con l’aiuto, senza dubbio rilevante, di una favola piacevole, che ha per protagonista un elefante tanto goffo quanto caparbio.

A livello tecnico è impossibile non notare un livello eccellente dell’animazione. Dopotutto si tratta di una pellicola che è uscita quando la tecnica dell’animazione digitale era già in voga da diversi anni, con all’attivo capolavori per tutte le età. In questo specifico caso siamo davanti a un prodotto che coniuga lato livello tecnico e attenzione alla valenza emotiva del racconto che, come sopra ricordato, mette in primo piano degli insegnamenti universali, molto utili soprattutto ai bambini.

Una delle poche note negative è legata al doppiaggio italiano, con la felice eccezione della performance dell’attore Paolo Conticini. In generale si può dire che Ortone e il Mondo dei Chi sia un prodotto piacevole, perfetto per regalarsi 90 minuti di svago mentale. C’è chi considera la trama troppo debole e chi critica alcune citazioni, tra le quali spicca un palese riferimento a Indiana Jones. Non si tratta certamente di una pietra miliare nel mondo dell’animazione digitale, ma i presupposti per parlare di un film piacevole, per tutta la famiglia e carico di messaggi positivi ci sono tutti.

Abbiamo a che fare con il substrato perfetto per chi vuole gustarsi un film senza particolari pretese di complessità, ma concentrandosi solo sui messaggi finali.

Consigliati per te